• Convegno Mobilità a (bio)metano: Opportunità economiche e sostenibilità ambientale

    Convegno 17 Dicembre 2010- Mirafiori Motorvillage Agorà
    piazza Cattaneo, 9 Torino

    In previsione dell’obiettivo europeo di riduzione delle emissioni inquinanti (20-20-20), la mobilità a metano è oggi un’alternativa valida e concreta ai combustibili tradizionali, sia dal punto di vista economico sia ambientale. Convertendo a metano la propria flotta di veicoli si risparmia circa il 30% sulla spesa per il carburante, si riducono le emissioni di CO2 di circa il 23%, si riducono le emissioni di ossidi di azoto di circa il 50% mentre si azzerano quelle di particolato. I benefici ambientali sono ancora più cospicui quando il carburante metano è integrato con percentuali di biometano come fonte di energia rinnovabile ricavata da impianti di produzione di biogas.

    Una flotta di 1.000 veicoli alimentati a metano, con una percorrenza media annua di 25.000 chilometri, comporta un risparmio di circa 400.000 euro all’anno.
    Un veicolo a metano, inoltre, può accedere alle zone a traffico limitato ambientali e circolare liberamente durante le giornate ecologiche. Con due mezzi a metano si riesce a fare il lavoro di tre veicoli a benzina e diesel.

    Sebbene gli incentivi statali sull’acquisto di auto a metano siano terminati nel 2009, in alcune regioni si continuano ad offrire agevolazioni fiscali ed incentivi per l’acquisto/conversione di veicoli a metano.
    Si tratta di un’opportunità tecnologica finora non ancora del tutto sfruttata per i gestori privati e/o pubblici di un parco veicoli.

    Per presentare lo stato dell’arte del settore delle flotte a (bio)metano e approfondire le concrete possibilità di sviluppo a livello locale e nazionale, Environment Park, in collaborazione con FIAT, organizza l’info-day “Mobilità a (bio) metano: opportunità economiche e sostenibilità ambientale”, un incontro indirizzato ai principali stakeholders del settore: enti Locali, aziende automotive, potenziali end-users, consorzi per la distribuzione del metano.

    Il workshop si inserisce all’interno del progetto GasHighWay, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “Intelligent Energy for Europe”.