• Il progetto GasHighWay l’autostrada del Biogas

    In questi giorni è giunto al termine il progetto Europeo “GasHighWay” sulla promozione dell’utilizzo del gas naturale e del biometano per i trasporti in Europa.

    Il progetto, co-finanziato nell’ambito del Programma Intelligent Energy for Europe, ha visto la partecipazione di Environment Park unitamente a 12 partners Europei.

    Anche grazie al progetto GasHighWay, soprattutto dal punto di vista della comunicazione a livello istituzionale, si è finalmente giunti alla definizione di biometano in Italia: il 3 marzo 2011 è stato infatti firmato il Decreto Legislativo n. 28 di attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione delle fonti rinnovabili, che ha introdotto la possibilità di utilizzare il biogas purificato a biometano per l’immissione in rete e per l’autotrazione.

    Inoltre è stato presentato un documento di commento alla recente consultazione (160/2012/R/GAS) per la regolazione tecnica ed economica delle connessioni di impianti di produzione di biometano alle reti del gas naturale italiane.

    Attualmente resta la necessità di una veloce entrata in vigore delle attuali proposte di incentivo (recepimento direttiva 20/20/20; DDL – Decreto Saglia) dedicate alla produzione di biometano e all’immissione in rete in modo da favorire lo sviluppo della   filiera specifica e al raggiungimento dei target ambientali fissati dalla comunità Europea.

    Per evidenziare le recenti novità legislative in ambito Europeo sul (bio)metano è stato inoltre preparato un documento (Communication to key decision makers-vedi sotto) di riferimento che possa essere utile sia per i possibili investitori sia per i principali decision makers del settore, al fine di promuovere le best practices ed evidenziare i limiti nei vari Paesi coinvolti,auspicando una prossima armonizzazione a livello Europeo delle normative per la diffusione del biometano come carburante per i veicoli.

    Per ulteriori informazioni:

    www.gashighway.net