• Envipark per la nuova conceria artigianale di Fès- Marocco

    Environment Park ha realizzato uno studio ambientale per la realizzazione di un edificio destinato ad ospitare le attività produttive legate alla concia delle pelli a Fès in Marocco, utilizzando un processo artigianale come da tradizione produttiva del luogo.

    Il Progetto finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico Italiano, dal Ministero degli Affari Esteri e cofinanziato dalle Regioni partecipanti, tra cui la Regione Piemonte, intende contribuire al processo d’integrazione socio-economico fra Italia e Marocco, attraverso la realizzazione di azioni per il recupero e la valorizzazione delle specificità produttive locali legate all’artigianato tradizionale e alla promozione dell’integrazione dei sistemi produttivi.

    L’attuale conceria artigianale di Fès è collocata all’interno della Medina, attrazione turistica per i visitatori occidentali e prevede un ciclo di lavoro delle pelli che non garantisce un adeguati standard di sicurezza per i lavoratori e condizioni di salubrità per la città stessa.

    Obbiettivo del studio è stato quello di progettare una nuova conceria al di fuori della Medina che garantisse il mantenimento: dei saperi artigianali della concia, della struttura organizzativa basata su lavoratori autonomi e al contempo condizioni di lavoro adeguate ai più rigidi standard di sicurezza e di tutela dell’ambiente.

    Il progetto sviluppato da Environment Park ha previsto in una prima fase lo studio di un nuovo modello di processo produttivo basato sull’utilizzo di macchine per la concia in sostituzione delle lavorazioni manuali più pericolose.  Tutti i macchinari proposti sono di produzione Italiana in quanto leader mondiale nel settore delle macchine per la concia. Il progetto di cooperazione ha quindi permesso la promozione di uno dei settori industriali Italiani di eccellenza a livello mondiale in uno dei mercati emergenti dell’area del Mediterraneo.

    In una seconda fase è stato sviluppato un progetto preliminare del nuovo impianto produttivo, comprensivo di progettazione preliminare dell’edificio, dell’organizzazione degli spazi interni ed esterni, di uno studio sull’involucro, sui fattori di ombreggiamento e di luce diurna e di uno studio sugli impianti per la produzione di energia da fonte rinnovabile e di recupero delle acque piovane per usi indoor.

    E’ stato inoltre realizzato uno studio tecnico economico sul trattamento dei reflui provenienti dall’attività produttiva, in collaborazione con alcune aziende piemontesi specializzate nella depurazione delle acque di lavorazione derivanti dal processo conciario.

    Nel mese di Marzo 2012 il progetto è stato presentato nella Città di Fès ai rappresentanti del Re e del Ministero dell’Artigianato del Marocco riscuotendo unanimi apprezzamenti, come testimonia l’”Attestation d’Appréciation” (vedi allegato).

    Si prevede che nel prossimo anno si concluda la fase di progettazione esecutiva dell’edificio e abbiano inizio i lavori di realizzazione.