Un edificio che si può smontare come un lego per poi essere riutilizzato in ogni sua parte: il Palazzo Uffici è la sede di Environment Park ed è uno dei primi esperimenti di edilizia sostenibile non residenziale in Italia. Oltre a EnviPark, l’edificio ospita uffici di altre società attive nel settore dell’innovazione tecnologica e un’area dedicata a eventi.

Per la realizzazione dell’edificio, progettato internamente all’Environment Park, si è ricorso a un sistema di costruzione “a secco” sovrapponendo, a incastro, mattoni di legno di abete. Una tecnica che ha garantito una costruzione veloce ed economica che assicura, nelle fasi di dismissione e demolizione, il completo riciclaggio di ogni parte dell’edificio. Tutti i materiali utilizzati sono di origine naturale, provenienti da risorse rinnovabili o riciclate, hanno ridotta conduttività termica, e sono privi di emissioni nocive. I legni utilizzati sono di origine locale (abete, larice, rovere e castagno): una scelta che ha limitato i consumi energetici dovuti al trasporto di materiali. La provenienza da coltivazioni controllate, inoltre, ha contribuito ad evitare fenomeni di disboscamento. Nell’edificio è presente anche un sistema per il recupero dell’acqua piovana poi riutilizzata per usi non potabili nei servizi igienici.