• Climathon 2018: Torino capitale mondiale

    Il 26 e il 27 ottobre Torino è stata capitale mondiale del clima ed Envipark il palcoscenico internazionale di Climathon Main Stage 2018.

    Climathon è un hackathon di 24 ore sui cambiamenti climatici promosso da Climate Kic, che si è svolto in contemporanea in oltre 100 città del mondo.
    I partecipanti hanno collaborato nell’arco delle 24 ore in una maratona di idee dal basso – una sorta di brainstorming – durante la quale hanno messo a punto soluzioni innovative, a Torino anche grazie al lavoro di 80 studenti delle scuole medie che hanno partecipato a Climathon Young. La sfida del 2018 a Torino era “Torino Waterproof city” e ha vinto ArTree, un albero urbano, fatto di bambù e pneumatici usati, da installare nelle piazze dei centri urbani, che raccoglie l’acqua piovana e offre riparo contro i raggi del sole estivi.

    Mentre i concorrenti di Climathon Torino lavoravano divisi in squadre alle soluzioni all’interno del MAcA, in Envipark si è svolto il Climathon Main Stage, l’evento intitolato “The way we change” ha unito scienza e spettacolo sui temi legati ai cambiamenti climatici.
    Per la prima volta l’Italia è stato il “palcoscenico mondiale” del Climathon, connettendo alcune delle città che partecipavano all’hackathon narrando le sfide e i protagonisti, mentre sul palco di Envipark si sono alternati ospiti provenienti dal mondo dell’intrattenimento, del giornalismo, della gastronomia, della ricerca. Tra i relatori, lo chef Pietro Leemann, Federico Rampini, Stefano Boeri, Stefano Caserini, mentre la conduzione è stata affidata a Paola Maugeri e Marco Cattaneo. 

    Abbiamo affrontato il tema del cambiamento climatico – ha riassunto Angelica Monaco, direttore Climate-KIC Italia – da prospettive diverse: chef, giornalisti e attivisti che hanno offerto uno spunto anche provocatorio, affiancati da scienziati e policy maker che hanno offerto una visione più tradizionale: un bel mix di punti di vista, coronati dall’intervento conclusivo di Stefano Caserini, docente del Politecnico di Milano che ha saputo mettere insieme scienza, musica e ironia“.

    Ma questa è solo la punta dell’iceberg, sotto la quale c’è una solida base di competenze, conoscenze, capacità e volontà, che finalmente vediamo riconosciute pubblicamente in un evento così importante –  ha commentato Davide Canavesio, Amministratore Delegato di Environment Park sede del Climathon Main Stage – . Abbiamo dimostrato, una volta ancora, di essere un laboratorio attrattivo di idee e progetti sui temi legati alla sostenibilità ambientale e di avere volontà e capacità di unire la sostanza all’innovazione“.

    E per chi non fosse riuscito a venire, sono disponibili on-line la rassegna stampa e le registrazioni del Main Stage alla pagina: https://www.facebook.com/Climathon/