• Rinnovati i vertici di Environment Park: Mauro Chianale confermato Presidente, Fabio Massimo Grimaldi designato nuovo Amministratore delegato

    Si è concluso prima dell’estate il percorso di rinnovamento del management di Environment Park, il parco scientifico e tecnologico per l’ambiente di via Livorno. L’Assemblea ha riconfermato come presidente l’On. Mauro Chianale e indicato i componenti del Consiglio di Amministrazione: Fabio Massimo Grimaldi, Federico Casetta, Marco Maria Camoletto e Noemi Gallo. Il Consiglio di amministrazione ha poi designato come nuovo amministratore delegato del Parco l’Ing. Fabio Massimo Grimaldi, e riconfermato Federico Casetta nel ruolo di Vice-Presidente.

    L’Assemblea dei Soci ha rinnovato anche il Collegio sindacale (e il suo presidente) che oggi risulta composto da Lanfranco Duò (Presidente), Ernesto Ramojno e Pierluigi Passoni

    Il Consiglio di Amministrazione di Environment Park è stato ridotto da 7 a 5 consiglieri in un base a un principio di razionalizzazione del board del Parco che intende rilanciarne le attività, anche alla luce dei dati economici del primo semestre 2011 che hanno fatto registrare la piena occupazione dei 35.000 metri quadrati di superficie del Parco scientifico e tecnologico con l’insediamento del Castrol Industrial European Technology Center.

  • Presentato il nuovo Technology Center di Castrol a Envipark

    Inaugurato il 13 luglio il nuovo Technology Center di Castrol, multinazionale mondiale degli oli lubrificanti, all’Environment Park. Un insediamento di 1.200 metri quadrati che porta il Parco scientifico e tecnologico di via Livorno a piena occupazione.

  • IL NUOVO BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ DI ENVIPARK (22/06/2011)

    Dopo il primo bilancio di sostenibilità presentato l’anno scorso, il 22 giugno 2011 Environment Park presenta ai suoi stakeholder la nuova edizione di questo strumento di rendiconto che  illustra iniziative e risultati delle attività svolte all’interno dei 35.000 metri quadrati del Parco scientifico e tecnologico di via Livorno. La presentazione sarà introdottada una relazione dell’economista Giuseppe Russo sul futuro della green economy a Torino e accompagnata dagli interventi di Roberto Pagani del Politecnico di Torino, Roberto Moriondo  della Regione Piemonte e Pasquale Cifani della Legacoop.

    Mercoledì 22 giugno 2011 ore 12.00
    Sala Kyoto – Centro Congressi Environment Park
    via Livorno 60, Torino

    introduzione:
    Beppe Russo, Economista, Step Ricerche “Le opportunità della green economy a Torino”

    interverranno:
    Pasquale Cifani, Vice Presidente Lega Coop
    Roberto Moriondo, Direttore Innovazione, Ricerca e Università – Regione Piemonte
    Roberto Pagani, Dipartimento di Scienze e Tecniche per i Processi di Insediamento
    Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura

    RSVP – Si prega di confermare la partecipazione
    Tel. 011 2257298francesca.delfreo@envipark.com

     

     

  • IL PREMIO MARZOTTO FA TAPPA A TORINO

    Prosegue il roadshow di presentazione di Premio Gaetano Marzotto che, dopo Milano, Roma e Faenza, giovedì 26 maggio alle ore 18.00 fa tappa a Torino presso la sede della Camera di commercio. Quattrocentomila mila euro, per i prossimi dieci anni, agli imprenditori del futuro. Un premio all’intraprendere nella nuova Italia, nell’anno delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Un premio ai nuovi imprenditori, che siano in grado di far convivere impresa e società, cultura e territorio.

     

    Il Premio Gaetano Marzotto si inserisce nelle attività di Progetto Marzotto, voluto da Giannino Marzotto e dalla famiglia. È ispirato alla figura del padre Gaetano Marzotto, imprenditore di riferimento del ‘900, che ha saputo coniugare capacità imprenditoriale e visione sociale. Progetto Marzotto nasce per creare un nuovo tessuto sociale.

    L’obiettivo del Premio è di individuare e sostenere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali che siano in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e allo stesso tempo di generare benefici rilevanti e misurabili per il territorio italiano, in primis occupazionali.

    Una giuria internazionale selezionerà le migliori proposte che, oltre al premio in denaro, avranno a disposizione partner e network per sviluppare al meglio la loro idea. Il premio, che avrà una durata decennale, vuole contribuire a creare una piattaforma dell’innovazione in Italia.

     

    Il montepremi di 400mila euro è suddiviso in tre parti:

    · 250mila euro al miglior progetto imprenditoriale di prodotto o servizio con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, territoriali, culturali o ambientali. I settori di intervento preferibili sono i settori di riferimento del Made in Italy: moda e tessile, agroalimentare, turismo, farmaceutico, meccanica, casa e arredamento.

     

    · 100mila euro al miglior progetto imprenditoriale di servizio con capacità di generare ricadute positive negli ambiti sociali, territoriali, culturali o ambientali. I settori di intervento preferibili sono l’ambito dei servizi culturali, servizi alla persona, servizi sociali, servizi all’ambiente, terzo settore.

     

    · Un terzo premio all’idea imprenditoriale giovane sviluppata nell’area hi-tech con possibilità di sviluppo internazionale, riservato a uomini e donne di età massima 35 anni, che consisterà in un periodo di incubazione in Silicon Valley all’interno del programma speciale Mind the Bridge Gym. Ogni premio avrà una giuria dedicata.

     

    Premio Gaetano Marzotto sarà presentato il 9 giugno a Bari e il 13 giugno a Firenze.

     

    Premio Gaetano Marzotto è un’iniziativa promossa da Associazione Progetto Marzotto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, Agenzia

    per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, CRUI, Comitato Italia150, Unioncamere, CNA, in collaborazione con Il Sole 24 ORE, Nòva e Mind The Bridge.

    Partner tecnici del Premio sono gli advisor Gradiente srg, Innogest sgr e Sinergo sgr.

     

    Il bando e tutti i dettagli su Premio Gaetano Marzotto sono sul sito: www.premiogaetanomarzotto.it

     

     

    Contatti

    Associazione Progetto Marzotto

    Viale Milano 60

    36100, Vicenza

    ph. +39 0444 327166

    fax +39 0444 524033

    www.progettomarzotto.org

    www.premiogaetanomarzotto.it

     

    Ufficio stampa Associazione Progetto Marzotto

    ph. +39 0444 327166

    fax +39 0444 524033

    press@agenziadelcontemporaneo.com

     

     

  • Up (STAIRS) INAUGURA IL CARTELLONE A ENVIPARK

    Dopo l’ottimo riscontro ottenuto la scorsa estate, l’Associazione culturale Franti – Nisi Masa Italia ripropone  Up (stairs): una notte sui tetti. Rassegna di cinema e musica ad alti livelli.

    Questa seconda edizione dell’evento avrà luogo dal 3 giugno al 18 settembre 2011, sempre organizzata con la collaborazione del Rooftop Films – Underground Movies Outdoors Festival di New York.

    La serata inaugurale del 3 giugno 2011 (h. 21.30) rientra nella programmazione del 14° CinemAmbiente – Environmental Film Festival e si svolgerà sul tetto verde di Environment Park (tetto B2).

     

    Per informazioni:

    Ufficio Stampa
    Franti – NIisi Masa Italia
    Via Faà di Bruno 2
    10153 Torino
    stampa@frantinisimasa.it
    www.frantinisimasa.it

     

  • Progetto Denitren, i risultati

    Si avvia alla conclusione il progetto triennale di ricerca DENITREN, promosso dalla Regione Piemonte e realizzato da Environment Park in collaborazione con Politecnico di Torino, Coldiretti Piemonte e Associazione Allevatori Regione Piemonte. Il progetto è indirizzato a realizzare un fotobioreattore pilota per il trattamento di reflui zootecnici (bovini e suini) con microalghe.

  • Bilancio: anche il 2010 si chiude con il segno più

    Il 2010 si chiude in positivo per Environment Park, che nei giorni scorsi ha approvato il bilancio con utile di 18.000 euro.

    Le attività di ricerca e sviluppo crescono del 3% e premiano un’operazione di rilancio del complesso avviata da tempo e che si corona, sul fronte immobiliare, con l’ingresso nel 2011 di Castrol, multinazionale mondiale degli oli lubrificanti che ha deciso di trasferire nei locali dell’Environment Park il Castrol Industrial European Technology Center.

  • Verso comunità energeticamente sostenibili: il progetto europeo Sunflower

    Sunflower è un progetto europeo che punta alla promozione, diffusione e implementazione di esempi di buone pratiche in materia di Energie Rinnovabili a favore degli attori dello sviluppo locale. Nel progetto sono coinvolte Pubbliche Amministrazioni, enti di ricerca e Parchi Tecnologici di otto aree dell’Europa, tra cui l’Environment Park di Torino

    Nato per favorire lo sviluppo delle energie rinnovabili in Europa, il progetto Sunflower – realizzato con il contributo del programma Intelligent Energy Europe – mira alla promozione, diffusione e implementazione di esempi di buone pratiche in materia di energie rinnovabili a favore degli attori dello sviluppo locale, in particolare in quelle regioni europee caratterizzate da un elevato potenziale energetico ma carenti dal punto di vista infrastrutturale. Per superare queste barriere allo sviluppo del mercato dell’energia rinnovabile, Sunflower si propone di stimolare gli stakeholders a condividere esperienze e aspettative attorno a tre assi: impegno politico, sensibilizzazione ambientale e stimolo del mercato. Il progetto incoraggia inoltre il supporto di iniziative energetiche sostenibili a livello locale e regionale, fornendo strumenti metodologici ed iniziative di formazione per specifici gruppi individuati.

    Tramite la condivisione e lo scambio di esperienze e buone pratiche tra comunità locali e Parchi Tecnologici di otto aree dell’Europa, tra cui l’Environment Park di Torino, il progetto mira ad aumentare la consapevolezza circa le tecnologie energetiche oggi disponibili, superare le barriere alla loro diffusione, favorire la creazione di nuove imprese e partnership pubblico/private.

    Per ulteriori informazioni sul progetto, scaricare documentazione sui casi-studio ed altri materiali prodotti è possibile consultare il sito www.sunflowerproject.eu

  • Energia per la sanità

    Stategie per l’efficientamento energetico degli edifici ospedalieri: prospettive ed esperienze a confronto

    ore 8,30 – 17 DICEMBRE 2010 – CENTRO INCONTRI REGIONE PIEMONTE, Corso Stati Uniti 23, Torino

    La giornata di studio ha l’obiettivo di illustrare possibili scenari di sviluppo nell’approccio delle politiche di intervento sul patrimonio edilizio-ospedaliero, evidenziando modelli e processi di ottimizzazione e razionalizzazione dei sistemi tecnico/gestionali, anche alla luce delle prospettive delineate dalle evoluzioni tecnico-normative e dalle innovazioni tecnologiche.

    Iscrizioni entro il 13 dicembre

    Info e iscrizioni: progetti.areaorg@aress.piemonte.it.

  • Convegno Mobilità a (bio)metano: Opportunità economiche e sostenibilità ambientale

    Convegno 17 Dicembre 2010- Mirafiori Motorvillage Agorà
    piazza Cattaneo, 9 Torino

    In previsione dell’obiettivo europeo di riduzione delle emissioni inquinanti (20-20-20), la mobilità a metano è oggi un’alternativa valida e concreta ai combustibili tradizionali, sia dal punto di vista economico sia ambientale. Convertendo a metano la propria flotta di veicoli si risparmia circa il 30% sulla spesa per il carburante, si riducono le emissioni di CO2 di circa il 23%, si riducono le emissioni di ossidi di azoto di circa il 50% mentre si azzerano quelle di particolato. I benefici ambientali sono ancora più cospicui quando il carburante metano è integrato con percentuali di biometano come fonte di energia rinnovabile ricavata da impianti di produzione di biogas.

    Una flotta di 1.000 veicoli alimentati a metano, con una percorrenza media annua di 25.000 chilometri, comporta un risparmio di circa 400.000 euro all’anno.
    Un veicolo a metano, inoltre, può accedere alle zone a traffico limitato ambientali e circolare liberamente durante le giornate ecologiche. Con due mezzi a metano si riesce a fare il lavoro di tre veicoli a benzina e diesel.

    Sebbene gli incentivi statali sull’acquisto di auto a metano siano terminati nel 2009, in alcune regioni si continuano ad offrire agevolazioni fiscali ed incentivi per l’acquisto/conversione di veicoli a metano.
    Si tratta di un’opportunità tecnologica finora non ancora del tutto sfruttata per i gestori privati e/o pubblici di un parco veicoli.

    Per presentare lo stato dell’arte del settore delle flotte a (bio)metano e approfondire le concrete possibilità di sviluppo a livello locale e nazionale, Environment Park, in collaborazione con FIAT, organizza l’info-day “Mobilità a (bio) metano: opportunità economiche e sostenibilità ambientale”, un incontro indirizzato ai principali stakeholders del settore: enti Locali, aziende automotive, potenziali end-users, consorzi per la distribuzione del metano.

    Il workshop si inserisce all’interno del progetto GasHighWay, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “Intelligent Energy for Europe”.

  • Energia per la sanità

    Stategie per l’efficientamento energetico degli edifici ospedalieri: prospettive ed esperienze a confronto

    ore 8,30 – 17 DICEMBRE 2010 – CENTRO INCONTRI REGIONE PIEMONTE, Corso Stati Uniti 23, Torino.

    La giornata di studio ha l’obiettivo di illustrare possibili scenari di sviluppo nell’approccio delle politiche di intervento sul patrimonio edilizio-ospedaliero, evidenziando modelli e processi di ottimizzazione e razionalizzazione dei sistemi tecnico/gestionali, anche alla luce delle prospettive delineate dalle evoluzioni tecnico-normative e dalle innovazioni tecnologiche.

    Iscrizioni entro il 13 dicembre

    Info e iscrizioni: progetti.areaorg@aress.piemonte.it.

  • La direttiva ErP. Hai mai sentito parlare di prodotti eco friendly?

    Seminario
    18.05.2010
    – Centro Congressi Torino Incontra, Via Nino Costa,8 – Torino
    SALA GIOLITTI – h 9.00 – 12.30

    iscrizioni: www.promopoint.to.camcom.it/erp
    La Direttiva 2009/125/CE, Energy Related Products (recast della direttiva 2005/32/CE Energy Using Products), è una direttiva quadro che nell’ottica della massima complementarietà ad altri strumenti comunitari vigenti (Raee, Rohs, Reach), affida ad apposite “Misure di esecuzione” la trattazione delle specifiche di eco-progettazione di un elevato numero di prodotti che hanno un significativo impatto ambientale in Europa.
    Nel corso dell’ incontro verranno illustrate le principali categorie di prodotti rientranti nel campo di applicazione della direttiva, gli ambiti e i vincoli applicativi imposti dalla 2005/32/CE e dalla nuova direttiva 2009/125/CE, le scadenze e le sanzioni previsti dal recepimento italiano cercando di comprendere quali sono le azioni da intraprendere in materia di:

    • documentazione tecnica
    • limiti di consumo
    • informazione al consumatore
    • marcatura e standard
    • market responsibility

    Verranno inoltre analizzate sinteticamente le principali novità previste nelle specifiche di eco progettazione relative a:

    • Regolamento CE n. 107/2009: Ricevitori digitali semplici (primi obblighi a partire dal 25 febbraio 2010)
    • Regolamento CE n. 642/2009: Televisori (primi obblighi a partire dal 7 gennaio 2010)
    • Regolamento CE n. 278/2009: Alimentatori esterni (primi obblighi a partire dal 27 aprile 2010)

    Programma

    • Inquadramento normativo europeo ed italiano
    • Ambito applicativo, soggetti, responsabilità, sistema sanzionatorio, working plan e scadenze
    • Principali misure di esecuzione
    • Valutazione della conformità e documentazione tecnica ai fini EUP
    • Informazioni ai consumatori
    • Aspetti pratici. Es.: alimentatori esterni, decoder e tv.

    Relatore: Massimiliano Vurro, Esperto Direttiva ErP – Presidente Ecotp

  • Design sistemico: nuovi ambiti di progetto e di economia

    Seminario
    17 maggio 2010 – h. 14,30
    Centro Congressi Torino Incontra (Sala Giolitti)

    Via Nino Costa, 8 – Torino

    L’innovazione non risiede nel continuo aggiornamento tecnologico, ma nell’angolazione con cui si osservano i problemi. Abbiamo bisogno di attivare una nuova cultura interdisciplinare, di creare una rete di saperi, di delineare un dialogo fra diversi ambiti disciplinari strettamente dipendenti l’uno dall’altro.
    E’ necessario riacquisire la capacità culturale e pratica di saper delineare e programmare il flusso di materia che scorre da un sistema ad un altro in una metabolizzazione continua che diminuisce l’impronta ecologica e genera un notevole flusso economico; attualmente gli scarti dei processi produttivi sono solo un costo.
    L’approccio del Design Sistemico, bagaglio culturale necessario per i nuovi operatori, può attivare una nuova economia basata sulla progettazione di cicli industriali aperti. Il suo focus è l’Uomo, inserito nel sistema in cui vive ed in cui attiva le proprie relazioni. In questo modello le varie attività di vita e di produzione coesistono in maniera paritaria ed hanno ognuna la propria essenziale funzione nel sistema relazionale complessivo: nessuna prevale sulle altre, ma ognuna esiste grazie a tutte le altre.

    Programma
    L’approccio Sistemico, un nuovo modello economico/produttivo e di progetto in forte relazione con il territorio Luigi Bistagnino

    Casi studio coordinati da Luigi Bistagnino

    • Con gli scarti agricoli si può creare lavoro ed energia Agrindustria (prodotti vegetali per industrie, filler per bioplastiche, etc)
    Silvia Barbero, Giuseppe Tecco
    • Riconversione industriale, passare dal modello produttivo lineare a quello sistemico Lanzi srl (dispositivi di protezione per il lavoro) Compagnia di Finanza Etica (carrelli per spesa in Keorex – PET riciclato-, etc)
    Beppe Locati, Michelangelo Bergia
    • Eventi sistemici, modello di evento a ridotto impatto ambientale con nuove opportunità economiche Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre Mondiali di Pattinaggio di Figura
    Cristian Campagnaro, Franco Fassio
    • Una seconda vita per i supporti di comunicazione, nuovi prodotti ed economia per il no-profit Papili factory (borse, accessori abbigliamento, etc)
    Silvia Braga

    A cura del gruppo di ricerca Design Sistemico, Politecnico di Torino in collaborazione con Agrindustria, Compagnia di Finanza Etica, Lanzi, Papili Factory e Slow Food