Plasma & nanotech lab

Le tecnologie del plasma al servizio delle aziende per l’innovazione di processi e prodotti nel rispetto dell’ambiente

PLASMATREAT ITALIA

Le aziende Plasmatreat Italia S.r.l. ed Environment Park S.p.A. hanno rinnovato l’accordo di collaborazione incrementando le dotazioni presenti negli spazi di Environment Park. In aggiunta ai sistemi per la pulizia e l’attivazione delle superfici con plasma a pressione atmosferica Openair-Plasma, è stato installato anche un sistema di rivestimento PlasmaPlus.

Con La tecnologia Plasma-Plus è possibile funzionalizzare le superfici dei materiali più diversi quali, materie plastiche, vetro, acciaio, alluminio, film polimerici e tessuti con coating di varia natura chimica che consentono di raggiungere prestazioni ad alto contenuto di innovazione.

La polimerizzazione al plasma con il metodo PlasmaPlus sta trovando sempre più ambiti di applicazione in ambiente industriale, grazie alla sua flessibilità e all’ampio spettro di soluzioni chimiche realizzabili con ottimi risultati in molte applicazioni industriali di diversi settori applicativi. Alcuni esempi interessanti riguardano:

  • Il miglioramento della verniciabilità conferendo una maggiore stabilità sia all’interfaccia vernice componente, sia superficialmente incrementando la resistenza agli agenti atmosferici;
  • Il miglioramento delle proprietà barriera e protezione dalla corrosione mediante deposizione di nano-coating in particolare su superfici in alluminio;
  • Il miglioramento delle prestazioni di adesione adattando in modo opportuno la chimica della superficie alla tipologia di adesivo.

www.plasmatreat.it

DIENER ELECTRONIC ITALIA

L’azienda Diener electronic, leader nella costruzione di impianti al plasma a bassa pressione, ed Environment Park S.p.A., lavorano allo sviluppo di processi dedicati finalizzati al trattamento delle superfici di componenti industriali. I progetti realizzati fanno riferimento ai settori delle materie plastiche, delle gomme e al settore biomedicale. L’impianto in dotazione nell’area Plasma Nano-Tech di Environment Park è il PICO con camera interna di dimensione w 560 x d 600 x h 460. Tale tecnologia consente di realizzare sia processi di attivazione e innesto di funzionalità dedicate, sia processi di deposizione. Il rivestimento protettivo interno consente anche la realizzazione di coating speciali.

www.plasma-tecnologia.it

GRINP S.R.L.

Environment Park S.p.A. e Grinp S.r.l. collaborano da lunga data allo sviluppo di processi innovati su tessuti e packaging grazie alla presenza di un impianto pilota atmosferico nella configurazione APGD (Atmospheric Pressure Glow Discharge). La tecnologia si presta molto bene al trattamento dei tessuti sia per la conformazione geometrica sia per la possibilità di operare in continuo con il sistema di gestione delle bobine rollo to roll. I processi sviluppati sono immediatamente trasferibili su scala industriale in quanto le condizioni operative (flussi dei gas di processo e potenza dei generatori) consentono di ottenere alte riproducibilità di trattamento anche con tessuti in tutt’altezza (2m – 4m). Diversi casi studio hanno portato alla realizzazione di processi innovativi, quali la tintura a freddo della lana, la tintura del cotone senza pretrattamenti di purga e candeggio, il trattamento di tessuti in carbonio per migliorarne l’impregnabilità e i trattamenti di dispositivi protesici. L’esperienza Grinp e le sinergie di intenti con l’area Plasma Nano-Tech di Environment Park hanno consentito la realizzazione di test industriali quali importanti dimostratori della possibilità di impiego del plasma nei processi industriali in continuo a basso impatto ambientale.

www.grinp.com

CIMATESA

Il progetto Cimatesa, Sviluppo di compositi innovativi a matrice termoplastica con applicazioni settore automotive, è stato finanziato nell’ambito del Bando POR FESR 14/20 “Poli di Innovazione.

[...]

Plasma SKI – trattamento solette degli sci

È stata sviluppata una procedura innovativa in grado di modificare le proprietà funzionali della superficie delle solette degli sci in polietilene ad altissimo peso molecolare con l’obiettivo di incrementare la massima quantità adsorbibile di sciolina.

[...]

ACTECO

Obiettivo del progetto, durato quattro anni e conclusosi nell’aprile 2009, è stato di rendere le tecnologie al plasma più facilmente industrializzabili.

[...]

Safpack

Il progetto ha avuto lo scopo di ottenere materiali innovativi adatti per il bio packaging. In particolare ci si è focalizzati sullo studio dei materiali dedicati al packaging primario.

[...]

Wooltex

Il progetto, durato due anni e mezzo, ha portato alla realizzazione di un processo di tintura a freddo in continuo della lana. Ciò consentirà di tingere la lana risparmiando grossi quantitativi di acqua e di energia. Infatti, attualmente, per tingere e lavare 420 kg di lana sono necessari 16200 litri di acqua. Inoltre il tempo di tintura è di 284 minuti durante i quali si consumano 1800 MJ di energia.

[...]

PLASCAF

Il progetto ha avuto lo scopo di realizzare un film di acido polilattico (PDLLA) innovativo per la rigenerazione tissutale.

[...]