Il progetto SATURNO (acronimo di: Scarti organici e Anidride carbonica Trasformati in carbURanti, fertilizzanti e prodotti chimici; applicazione concreta dell’ecoNOmia circolare) è stato finanziato dalla regione Piemonte attraverso la Piattaforma Tecnologica Bioeconomia. SATURNO mira a sviluppare una filiera di bioeconomia circolare attraverso la creazione di nuovi processi e nuovi prodotti, con particolare attenzione al recupero e riuso della anidride carbonica.

Il progetto si articola in tre aree principali:

  • La conversione dei rifiuti organici urbani e della CO2in  materie prime di utilizzo quali biocarburanti, bio-fertilizzanti e biochemicals,
  • Il recupero e la conversione della CO2 attraverso lo sviluppo, l’applicazione e la validazione di metodologie innovative.
  • La separazione delle plastiche di scarto per la produzione di nuovi componenti ad elevato valore aggiunto per il settore automobilistico.

La bioraffineria SATURNO rappresenta un esempio pratico di economia circolare a livello urbano grazie alla creazione di nuovi processi e nuovi prodotti, con particolare attenzione al recupero e riuso della CO2.

Il progetto prevede un’attività di validazione dell’intera filiera mediante la realizzazione di business plan e valutazioni di impatto ambientale e sociale per poter fornire una visione a 360° della “nuova economia” inclusiva di argomenti di natura anche economica e sociale. A questo verrà affiancata una attività di mappatura degli scarti produttivi per comprendere meglio, a livello regionale, quali siano i flussi di materia e gli scarti delle diverse filiere produttive alle quali il progetto SATURNO potrebbe offrire un esempio di replicabilità.

Il ruolo di Envipark

Environment Park partecipa al progetto Saturno nei suoi 3 assi principali.

In particolare, nell’ambito della valorizzazione della FORSU, ENVIPARK metterà a disposizione la sua esperienza e le sue facilities su scala pilota per i test finalizzati alla produzione di bioidrogeno ed acidi grassi a catena corta. Sarà inoltre responsabile dello sviluppo di procedure per la purificazione degli acidi grassi prodotti.

Nell’ambito della valorizzazione delle plastiche di scarto, ENVIPARK realizzerà dei test di trattamento enzimatico e digestione anaerobica delle plastiche biodegradabili a scala pilota.

Per quanto riguarda la cattura e valorizzazione della CO2, ENVIPARK svolgerĂ  test di conversione della CO2 a metanolo e ad ABE per via biochimica su impianto pilota e gli fornirĂ  agli altri partner al fine di eseguire dei test di utilizzo sul veicolo dimostratore sviluppato nel progetto.

 

Per maggiori informazioni, consultare il sito web dedicato

 

Contatti:

Paola Zitella: paola.zitella@envipark.com